Vai al contenuto

FREAKS K.

FREAKS K.
Libero adattamento da Franz Kafka di Alessandro Baldinotti

con Alessandro Baldinotti

Costumi di Antonio Musa

La canzone “La cantante” – testo: A. Baldinotti – musica: E. Pesciullesi, G. Cocchi
è cantata da
Enrico Pesciullesi

La voce del bambino è di Pietro Rabatti

 

Undici figli (1917)

La cantante Josefine (ovvero il popolo dei topi – 1924)

Una relazione accademica (1917)

 

L’attualità dei Racconti di Kafka balza vivissima agli occhi e prima ancora di indurci alla meditazione, ci avvince nelle mostruose allegorie di allucinanti incubi, di invenzioni drammaticamente “umoristiche” che lo scrittore di Praga ci prospetta: finzioni del possibile che hanno riscontro in una vita quotidiana descritta e rappresentata con assillante realismo.

Un realismo tanto minuzioso che anche l’assurdo caso de “LA RELAZIONE ACCADEMICA” (una scimmia che diventa uomo) finisce con l’apparirci credibile e verosimile. La mia “relazione” è tenuta da un illusionista scalcinato, ambiguo e malinconico che ricorda un personaggio di Kurt Weil calato in atmosfere vagamente felliniane.

Mentre la lettura di “UNDICI FIGLI” è affidata e accompagnata da un viaggio (tramite diapositive) nell’infanzia e nel restare sempre profondamente, anche se adulti, figli.

Infine nella “CANTANTE JOSEFINE” disegno il ritratto di una diva-mostro, metafora universale dell’inermità, e del pericolo di annientamento cui va incontro l’uomo contemporaneo (uomini come topi), il quale vede divenire incerta la speranza stessa di sopravvivere.

comune di firenze
città metropolitana di firenze
comune sesto fiorentino stemma
Logo MiCLogo_MiC.svg
Logo RAT
Logo ARCI
regione toscana stemma
regione toscana stemma