Vai al contenuto

NON SOLO PER ME

NON SOLO PER ME

Testo e regia : Barbara Nativi
Con Renata Palminiello
Scene e costumi: Dimitri Milopulos
Musiche originali: Marco Baraldi

LO SPETTACOLO

Non solo per me è uno spettacolo sulla malattia, sui timori di un secolo edonistico ed incapace di un rapporto con l’aldilà. Sulle angosce di chi non è malato, ma annaspa di fronte alla promessa di morte fatta ad un altro.
Quale rapporto si ha con il dolore, il proprio e quello altrui; i comportamenti degli estranei, o pretesi tali, con la malattia; i diritti e i doveri, le difese e le aggressioni che attorno ad essa si scatenano. E’ come se la malattia a poco a poco perdesse il suo tragico protagonismo per confondersi via via con la vita, una vita che Non solo per me non si propone di raccontare piattamente ma che affiora, a frammenti, nella rigorosa nudità della scena, il giardino di anime in cui Frida si muove, assieme ai suoi amici, e a Diego, il suo grande amore.

Cosa deve fare, cosa le consigliamo? Si sta comportando bene? C’è una ricerca costante di affidamento agli spettatori, chiamati a farle compagnia, ad ascoltarla, a seguirla. Frida non vuole essere sola. E’ stufa di parlarsi addosso. Non cerca un gioco al massacro, non celebra una veglia funebre. Rivendica il diritto di quelli che sopravvivranno, e i loro problemi, e più che di morte parla d’amore e di vita.

Lo spettacolo viene proposto sia ad un pubblico adulto che in progetti accompagnati da seminari ed incontri con i giovani e con un pubblico scolastico, come già avvenuto con risultati molto felici a Brescia e in altre città italiane.
Adatto ad un pubblico di adolescenti ed adulti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comune di firenze
città metropolitana di firenze
comune sesto fiorentino stemma
Logo MiCLogo_MiC.svg
Logo RAT
Logo ARCI
regione toscana stemma
regione toscana stemma